Seleziona una pagina

Proseguono le analisi a quattro mani con Agata Gimmillaro che, lo ricordo per i nuovi utenti, collabora con me al progetto UniversiTrading.

Nel grafico che segue abbiamo evidenziato sul future Dax la formazione di una figura di analisi tecnica nota come “le onde di Wolfe”. La figura prevede l’individuazione del punto 5, dal quale ci si aspetta una inversione, con target il punto 6 che si colloca sulla proiezione 1-4.

Naturalmente abbiamo voluto mostrarvela a scopo didattico perché si tratta di una figura che può dare ottime soddisfazioni se correttamente individuata in quanto i target sono davvero ambiziosi. Allo stato attuale la figura non è più tradabile in quanto ha già raggiunto il suo target naturale.

Spesso però il punto 6 determina l’esaurimento del movimento di inversione e, alla luce di questa considerazione, la perdita del supporto statico di breve che si colloca in area 9580, potrebbe portare i prezzi a compiere un ulteriore movimento ribassista, con rottura del minimo relativo realizzato lo scorso 20 gennaio.

Dunque massima attenzione al livello di 9580 la cui violazione potrebbe porre fine alle speranze di una definitiva ripresa delle quotazioni. E’ pur vero che tale supporto appare distante, ma con la volatilità cui siamo abituati ultimamente non c’è da stupirsi nel vedere 300/400 punti di dax anche intraday.

Il pericolo verrebbe allontanato nel caso il future riuscisse a portarsi sopra la trendline dinamica che passa per i punti 1-4-6. In tal caso, infatti, avrebbe luogo uno swing rialzista con i prezzi che potrebbero spingersi velocemente verso il livello situato in area 10170.

Buon Trading!

Bruno e Agata